730 per il 2016, le spese per ristrutturazione edilizia e riqualificazione nel modello precompilato

Novità per quanto riguarda le spese per gli interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica da inserire nel 730. Tutte le spese sostenute nel 2015 saranno indicate nel nuovo modello scaricabile dal sito delle Entrate a partire dal 15 aprile. Si andranno quindi ad aggiungere alle altre voci che riguardano la casa, come quelle per la detrazione degli interessi passivi sui mutui.

L'anno scorso solo una minima parte di coloro che stavano usufruendo delle detrazioni per i lavori in casa (ovvero chi scontava dalla seconda rata in poi delle dieci annualità) aveva visto rispecchiati i dati nel modello precompilato. In parole povere,chi aveva sostenuto le spese nel 2014 aveva dovuto compilare a mano i dati nel modello 730.

Modello 730 detrazioni per ristrutturazione

Le cose cambiano con l'attuale modello. La novità infatti riguarda proprio il pre inserimento delle detrazioni per i lavori di ristrutturazione, riqualificazione ed acquisto mobili nel modello precompilato. Questo perché entro la fine di febbraio, le banche e le Poste devono comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati dei bonifici parlanti emessi dai contribuenti, con la specificazione del beneficiario e del destinatario della somma. Solo per quest’anno in realtà le spese del 2015 non saranno indicate nel modulo della dichiarazione, ma nel foglio informativo in allegato, per dare modo al contribuente o all’intermediario di convalidare o eliminare i dati dell’Agenzia.

Modello 730 o Unico?

A partire dal 15 aprile i contribuenti potranno accedere alla sezione del sito dell'Agenzia delle Entrate dedicata alla dichiarazione dei redditi per accedere attraverso un Pin e le credenziali Inps. Una volta entrati, avranno modo di scegliere, in base ai propri requisiti, il modello 730 o l'Unico.

I commenti sono chiusi